After All This Time? Yes! – Recensione Harry Potter e la Pietra Filosofale

Bienvenues mes amis

“Perché non iniziare col botto e fare la mia prima recensione sulla saga che ha segnato l’infanzia per molti e quasi tutti gli amministratori del blog?” mi sono domandata.

Ed ecco qui la mia recensione sulla leggendaria saga di Harry Potter.

Siete rimasti scioccati? A bocca aperta? Avete fatto cadere la vostra tazza dalla mano?

Potreste pensare che sia superfluo fare una recensione su una saga uscita già da 20 anni e che tutti ne parlano e ne sanno la storia, ma la mia non sarà una recensione normale, sarà una recensione a prima impressione perché non ho mai letto questa saga.

NON CHIUDETE IL BLOG. NON UCCIDETEMI.

Ora la sta recuperando, anzi mi fa piacere leggerla ora perché ho il vantaggio di avere voi, così la possiamo discutere e commentare insieme.

harrypottersorcerersstone_onesheet_drew_usa-13

Trama(so che state pensando che tutti sanno a memoria la saga di Harry Potter, ma la metto lo stesso per le persone che ancora non sono aperte al mondo dei libri o che provengono da un altro pianeta).

Harry Potter è un predestinato: ha una cicatrice a forma di saetta sulla fronte e provoca strani fenomeni, come quello di farsi ricrescere in una notte i capelli inesorabilemte tagliati dai perfidi zii. Ma solo in occasione del suo undicesimo compleanno gli si rivelano la sua natura e il suo destino, e il mondo misterioso cui di diritto appartiene. Un mondo dove regna la magia; un universo popolato da gufi portalettere, scope volanti, caramelle al gusto di cavolini di Bruxelles, ritratti che scappano.

 

Ambientazione

La cosa che più mi è piaciuta di questo libro è l’ambiente, soprattutto sono rimasta incantata dal castello di Hogwarts e della sua sala dei banchetti arredata in modo perfetto in ogni occasione, ho molto apprezzato le decorazioni natalizie e l’enorme albero di Natale.

Il castello è riuscito a farmi immergere in questo nuovo universo, anche se ho visto i film un milione di volte per colpa di Italia Uno rivederlo in questa chiave letteraria mi ha fatto rimanere di stucco, come se fosse stata la prima volta.

Le classi di magia, i dormitori, il campo di Quiddicth, la foresta proibita hanno reso la lettura letteralmente magica, infatti questi elementi mi hanno fatto apprezzare molto il libro ma non solo per come sono stati descritti, ma anche nell’ambito visivo in quanto tutto sembra incantato o stregato.

Harry-Potter

Personaggi

Una pecca di questo libro secondo me sono i protagonisti, non parlo solo di Harry ma anche Ron e Hermione.

Non mi hanno attirato per niente, giustamente è solo il primo libro quindi c’è ancora tempo per sviluppare il loro carattere e dare loro una personalità reale e non piatta, come mi è apparso durante la lettura.

Per questo primo libro non mi sono piaciuti, perché molto piatti e anonimi, forse solo Harry posso dire che è il meno anonimo dei tre perché più volte nel libro ci viene descritto come il prescelto, come il portatore di luce (ops, serie sbagliata).Anzi posso dire che Harry è fin troppo famoso per essere solo un bambino, ma okay.

Gli altri personaggi di contorno come i Professori invece mi sono molto piaciuti, la gentilezza e la bontà di Silente, la professionalità della McGranit e addirittura le scene comiche con Hagrid che mi hanno fatto divertire, tutti elementi positivi che ha dato molto alla trama in quanto hanno reso il tutto più completo.

Per ora non voglio dare troppo peso al ruolo negativo dei protagonisti perché come già detto ci sono altri 6 libri da leggere e tutto può cambiare.

 

Trama

So che è inutile dire questo per una saga tale, ma ALERT SPOILER.

La trama si svolge lentamente, non scherzo davvero in maniera molto lenta a parer mio.Non ho amato particolarmente il mistero della pietra filosofale, perché questo si basa sul nome di Nicholas Flamel che noi lettori sentiamo per la prima volta nel capitolo del vagone treno, dove viene citato nella descrizione sulla figurina di Silente.

Quindi sono i nostri protagonisti che devono scoprire la sua identità e non noi lettori. Per la me lettrice, questo ha reso la lettura molto spenta e pigra.

Un’altra cosa su cui ho da ridire è la protezione della pietra filosofale.

Se io voglio proteggere una cosa non metto delle sfide e degli enigmi per poter accedere alla stanza dove si trova, ma cerco in tutti i modi di eliminare le possibilità per i nemici di prenderla, con un mostro sputafuoco impossibile da uccidere o semplicemente non mettendo la soluzione della sfida nella stanza.

Questa cosa mi ha fatto un po’ arricciare il naso e anche ridere in quanto mi sembrava molto assurda.

Vogliamo parlare di Silente che vuole mettere alla prova Harry? Caro signor Silente lei ha messo in pericolo la vita di tre ragazzi per vedere se Harry era pronto e abbastanza sveglio, chi le ha dato il ruolo di preside?

Sarà raccomandato, sicuramente.

 

Conclusione

Il primo libro mi è sembrato molto piatto e grigio, con alcuni capitoli superflui messi lì per riempire il libro. Non so che dire, mi aspettavo un’emozione in più da questo libro, come di solito accade per i primi libri delle saghe come Hunger Games o Percy Jackson che hanno reso la storia un po’ più interessante.

Certamente se adesso siete entrati nel mondo dei libri e volete qualcosa di leggero ve lo consiglio caldamente, okay ci sono delle incoerenze e molti punti WTF, ma è una lettura leggera e adatta a tutti.

 

Per oggi è tutto, vi aspetto alla prossima sperando che non mi uccidiate prima.

À bientôt

 

Annunci

4 pensieri riguardo “After All This Time? Yes! – Recensione Harry Potter e la Pietra Filosofale

  1. Tra libro e film non c’è prorpio paragone, l’avrai capito. E sì, il primo è solo un antipasto un po acerbo, nel secondo invece le cose si movimentano di molto e sempre così andando avanti. Hai citato Percy Jackson, spero vorrai recensire anche tutti i libri di quella saga, che come saprai sono un bel po!

    Piace a 2 people

    1. Ciao c:
      Sinceramente spero che alcune cose nel secondo libro vengano spiegate meglio e approfondite.
      Per quanto riguarda Percy Jackson, io sono una grandissima fan e non saprei se fare una recensione 🤔, è molto lunga come saga

      Mi piace

      1. Ciao anche a te :3
        Dai dai dai falla! Magari un passo per volta, cominci con i primi 5 libri. Anche io sono un grande fan della saga, ma ti confesso che Eroi dell’Olimpo non mi è piaciuto affatto, salvo solo Leo che è semplicemente magnifico!

        Piace a 1 persona

  2. Ciao c: scusa se ti rispondo solo ora
    Ho letto la prima saga due volta, e la seconda solo una.
    Per farla mi servirebbe molto tempo e pazienza
    A me sono piaciute tutte e due, anche la nuova su Apollo 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...