Libri Tutti i Gusti + 1 – Recensione: La Vendetta del Numero Nove

Se questa volta pensavate di vedere un ordine numerico preciso… beh vi sbagliate. Il terzo libro di “Lorien Legacies” si intitola “La Vendetta del Numero Nove” e anche questa volta dico “vendetta”? Cosa? Questi ultimi capitoli non li capisco.

Vi ricordate dove abbiamo lasciato Quattro, Sei, Sette, Nove, Dieci, il Guardiano di Dieci, Sam e Cane? No? Nemmeno i… scherzo.

Allora il gruppo, nel libro precedente “Il Potere del Numero Sei” si è diviso. Sei è andata in Spagna per cercare Sette, e ha trovato (carramba che sorpresa) anche la segreta Numero Dieci, ancora piccola e senza poteri. Quattro è andato a cercare il suo scrigno (perché glielo avevano rubato) in una base dei Mogadorian (i cattivi del libro). Trova lo scrigno, trova anche Numero Nove ma perde Sam. Come si dice, in ogni guerra c’è una perdita. Il libro finiva con l’arrivo del Villan principale che come ogni nemesi che si rispetti ha un nome davvero impronunciabile, quindi noi lo chiameremo Ra.

“La Vendetta del Numero Nove” continua da quegli eventi quindi; Sei, Sette, Dieci e il Custode di Dieci decidono di andare a cercare Otto (così, all’improvviso) perché ci sono delle voci su una persona misteriosa in India. E loro decidono di ascoltare questi rumors. Arrivati in India, effettivamente trovano Numero Otto (eddai, che manca solo il Cinque e il mio senso di disagio scomparirà) che è l’elemento pazzerello del gruppo. Si può Teletrasportare e può cambiare forma. Si offre di Teletrasportare tutti da Quattro, in modo da unire definitivamente il gruppo. Ma qualcosa va storto; Otto non riesce perfettamente a portare tutti a destinazione e Sei si perde nel deserto! Questa vaga e rivaga, casualmente, finisce in una base segreta… di nuovo di proprietà dei nemici! Qui trova Sarah (anch’essa rapita dai cattivoni) e si offre come volontario per affrontare Ra. Lei è convinta di ucciderlo, ma Ra è più intelligente e blocca i poteri magici di Sei che viene sconfitta facilmente. Con una magia spettacolare, Ra prende le sembianze di Sei e si mette ad aspettare gli altri.

Nel frattempo Quattro, Nove e il Cane raggiungono il super attico moderno di quest’ultimo e scoprono un modo per raggiungere gli altri amici alieni. Quindi a bordo di una macchina raggiungono il deserto, appena in tempo per l’inizio della battaglia. Proprio quando raggiungono quel posto anche Sette, Otto e Dieci. (Il Custode di Dieci è morto in India). I sei entrano nella base segreta e tentano di raggiungere Ra. Ma in realtà trovano prima Sarah che si unisce a loro con un utilissimo fucile e poi la falsa Sei… anche se loro non sanno che è falsa. La Sei/Ra si avvicina al gruppo e con un gesto così fluido che Lady Oscar dovrebbe solo imparare, ferisce mortalmente Otto. Ma la forza dell’amore è più forte. Sette afferra Otto e lo trascina via, mentre gli altri tentano di dare battaglia. Ma c’è uno schiocco di dit… ah no, saga sbagliata. Ra fa un incantesimo e tutti i poteri dei ragazzi vengono meno e decisamente sono fritti. Però, ecco che entra in campo Ella che getta qualcosa contro Ra che va un attimo in corto circuito, facendo così riattivare i Poteri degli altri. Sette salva Otto. Sei riesce a liberarsi dalla prigione in cui Ra l’aveva messa. Quattro sviluppa un altro potere per salvare dalla morte Sarah (ehm…) e Ra se la svigna.

Fine.

Anche questa volta ho toccato tutte le parti più importante, altrimenti sarebbe stato impossibile stare qui e fare un riassunto di tutto. Poi voglio cercarvi di fare meno spoiler possibili (più o meno), se volete gustarvi i libri… però se non volete spoiler siete nel posto sbagliato… quindi faccio spoiler ma non troppo, okay? Questo terzo volume mi è piaciuto più del precedente e forse, un pizzico di più del primo. Continua ad esserci la confusione del cambio di narratore ma ormai ci sto facendo l’abitudine ma è la storia che sta maturando. Sei, Sette e Dieci sono i miei personaggi preferiti. Amo alla follia Nove ed Otto, sopporto Quattro. Non sopporto Sarah, basta con questo elemento romantico in tutti i libri… possiamo essere nerd single che odiano l’ammore senza essere disturbati, per favore?

Sarah e John sono l’unica pecca di questo terzo capitolo, loro non mi piacciono per niente. Senza di loro, senza l’elemento ammoroso, tutto sarebbe andato liscio come l’olio però non possiamo avere un libro perfetto, quindi lo prendiamo così com’è.

Si iniziano a capire più cose su cosa vogliano i cattivi della saga e cosa vuole Ra. Ci sono anche alcuni riferimenti al passato e alla vita su Lorien, finalmente. Mi piacerebbe sapere di più sul passato “idilliaco” in cui vivevano i Loric quando erano ancora in vita. Lo scrittore sta mettendo le basi per una saga davvero emozionante, faccio fatica a smettere di leggere vorrei continuare anche quando sto morendo dal sonno. Ed è questo che distingue un buon libro da un libro meh, giusto?

Lo so, questa recensione è davvero breve ma ho davvero poche cose da dire. Per la terza volta (spero sia l’ultima) vi consiglio di leggere la saga perché vale la pena. Spero che continui su questa linea… e spero che qualcuno tiri le cuoia, sinceramente. Iniziano ad esserci troppi personaggi. Tengo le dite incrociate su due personcine… ma già so che resteranno fino alla fine perché devono farci venir voglia di strapparci i bulbi oculari. Ma non si finisce mai di sperare vero? E come disse una concorrente di Pechino Express: “Chi vive sperando muore cag…”

Alla prossima, dal vostro Pako che aspetta Daddario.

Galeoni: 👑👑👑👑👑 – (come a scuola)


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...