After All This Time? Yes! – Recensione: Carry On

C’era una volta una regina chiamata J. K. Rowling che scrisse una saga fantastica. Ogni tanto si drogava e scriveva qualche cavolata, rimangiando quello che aveva detto sulla canonicità della saga… però restava la regina. Del mondo creato da lei, tutti cercavano di copiare, di farci rivivere quella magia che si respirava nei suoi libri. Ma quelli erano solo plagi… neanche troppo belli.

Titolo: Carry On

Autrice: Rainbow Rowell

Casa Editrice: Pickwick

Anno di Pubblicazione: 2015

Consideravo Carry On un plagio della mia saga preferita. Per questo mi sono sempre rifiutato di leggerlo (anche se una certa persona che ama i francesi in modo quasi perverso mi tentava ogni volta) fino a quando non l’ho ricevuto come regalo di Natale. L’ho letto, ho pensato (per metà libro, forse) che era davvero un plagio “ben” riuscito di Harry Potter. Poi dall’altra metà del libro mi sono appassionato e ho deciso che era un plagio per metà. Quindi apriamo le danze e parliamo di questo libro.

Trama:

Strani fatti stanno accadendo nel mondo della magia. Dei buchi neri risucchiano la magia e tutto questo è colpa del grandissimo Villan del romanzo: Lord… ops, il Tedio Insidioso (che tecnicamente non è il suo nome ma solo un modo per descrivere il suo modus operandi(?)). Non si capisce cosa vuole sinceramente, tranne che risucchiare via la magia dal mondo… dopotutto un cattivo deve voler molto di più, vero? Tipo un naso, una voce di una sirena o un cristallo d’argento dall’aria illusoria. Solo una persona può sconfiggere questo strano personaggio: Simon Snow (che non è parente di Jon, a quanto sembra) insieme al suo gruppo di amichetti: Penelope (alias Hermione), Agatha (l’amore della mia vita) e il nemico (sicuramente, occhiolino) di Simon: Baz, il Vampiro.

Stop. Non vi dico altro.

Inizio con una breve analisi dei personaggi. Almeno spero sia breve.

Simon: eroe prescelto, il sommo erede dell’Arcimago, destinato a sconfiggere il Tedio Insidioso. Tutto apposto tranne per il fatto che non è capace di usare benissimo la magia. Ed esplode… già, booom. Letteralmente. Forse ha sbagliato scuola di Magia. Il destino del mondo è nelle sue mani.

Baz: il nemico giurato di Simon che vuole ucciderlo dal loro primo anno. Perché? Boh, perché sì. Destino vuole che un’entità misteriosa li ha anche accoppiati come compagni di stanza (occhiolino), quindi nemici giurati che vivono insieme! Io, dall’alto del mio essere un fanboy con scarsa sanità mentale, dichiaro ship.

Penelope: la ragazza super intelligente, secchiona e blablabla. Mi sta un po’ antipatica, in fin dei conti tutto fumo niente arrosto.

Agatha: lei è il mio personaggio preferito. Qui inizio a fare uno spoiler, quindi se non volete leggere passate al prossimo punto. Allora lei non fa un EMERITO NIENTE per tutto il libro (beh, tranne che per sbavare su Baz, tradire gli amici, lamentarsi) e alla fine del libro SCAPPA E SE NE FREGA DEL MONDO. TI AMO.

Arcimago: è in pratica un Silente molto più cattivo, che farebbe l’impossibile per salvare il mondo e avere tutti i riconoscimenti. Mi piaceva, all’inizio, poi (SPOILER) si è scoperto un pazzo psicopatico… quindi cyao.

E’ stata una lettura piacevole, scorrevole, veloce, per niente impegnativa. Se il genere fantasy è quello che preferite, penso che potreste provare a leggere questo romanzo. In alcune parti è davvero spassoso (specialmente Baz, che tecnicamente è la spalla comica,  quello che fa più battute, che lancia più frecciatine divertenti. Ma anche Simon sfigatello non scherza… adorabile quanto mangione ingordo). Avrei preferito un po’ di approfondimento sulla storia di altri personaggi, i secondari non esistono proprio… Ebb si può considerare secondario? Non mi sarebbe dispiaciuto anche altri dettagli sugli altri sette anni trascorsi nella scuola di Magia… okay, c’erano alcuni accenni che ti lasciavano quel briciolo di curiosità ma niente di più. Dove sono i dettagli? Non si fa così, cara scrittrice. Ho amato gli incantesimi! Frasi così, quasi senza senso che ti facevano attingere alla Magia. Parliamo di A Qualcuno Piace Caldo? O la filastrocca di Wisky il ragnetto?

Nella prima parte del libro ci sono dei micro capitoli narrati sotto il punto di vista di una certa Lucy. All’inizio mi erano sembrati inutili, cioè non capivo cosa volesse questo personaggio, specialmente quando c’erano solo due o tre frasi. Poi, quando c’è la rivelazione (devo confessarvi che ho iniziato a pensarlo dopo un po’), ho riletto quelle frasi e… niente, brividi. Capisci quanto possa essere efficace una singola frase, se scritta bene.

SPOILER

Okay, mi rimangio quello che avevo detto all’inizio “niente spoiler blablabla” però una precisazione la devo fare. La ship tra Simon e Baz. Si capisce da subito che Simon ha un debole per il bel Vampirone. Tutta quella storia “è il mio arcinemico, dov’è non lo trovo, vorrà uccidermi e non torna a scuola perché sta creando un piano, quindi ora lo cerco OVUNQUE” mi ha fatto storcere un po’ il naso. Cioè, il mio pensiero è il seguente: il bullo che ti perseguita non torna a scuola? Fantastico, vita facile. Perché tu, Simon, impazzisci perché non lo trovi? Capisci SUBITO che non è solo per la scusa “ho paura che stia creando un piano contro di me”. Perché Simon è quasi (togliamo quasi dai) ossessionato da Baz.

Poi Baz torna e subito, già al terzo capito dal suo punto di vista, sgancia la bomba. “Sono perdutamente innamorato di lui”. EH ALLORA. Okay, precisiamo… come detto si capiva che ci sarebbe stata la ship e che forse c’era altro oltre l’odio, quindi forse sarebbe stato inutile continuare a tenere “nascosta la cosa”. Ma avrei preferito vedere la relazione svilupparsi lentamente, mano mano nei capitoli successivi. Invece già tutto fatto, Baz già innamorato di Simon, Simon ossessionato da lui.

Meh. Gusti eh, magari ad alcuni piace così com’è stata sviluppata la loro relazione. Però potevano fare di più.

FINE SPOILER

Il finale mi è piaciuto abbastanza. La rivelazione è stata ben fatta, come anche tutta la soluzione. Ho storto il naso alla (SPOILER dei poteri di Simon) ma in fin dei conti forse era la cosa migliore. Ma ho appena scoperto che ci sarà un seguito, quindi non è ancora detto l’ultima e vedremo Simon ancora esplodere!

Tutti i personaggi hanno avuto un ruolo quella notte… tranne Penelope, diciamoci la verità… cos’ha fatto lei? A parte il “SIMON DICE” poteva tranquillamente starsene a casa. Tutta colpa sua, arrestatela. Ho trovato spassosa, esilarante e davvero reale la parte di Agatha. Lei non ha mai voluto far parte di tutto questo, a lei non interessa la Magia o le guerre. Quindi la sua decisione, quella di rapire il cane (sono morto dalle risate) e scappare… beh è una cosa che avremmo fatto tutti. Dopotutto la guerra è guerra anche se c’è di mezzo la magia. Prende e va via, a vivere la sua vita da Normale insieme al cane Lucy. Mi spiace il fatto che, probabilmente in vista del sequel, non avrà pace per molto tempo.

Beh ragazzi, ho detto tutto (almeno credo… c’è tanto da dire nelle recensioni e non so mai quando è il momento di fermarmi e basta. Vorrei dire altro, ma il mio consiglio è: se la mia recensione vi è piaciuta, se la trama vi ha conquistato… leggete Carry On e fatemi sapere cosa ne pensate!).

Per il momento vi saluto.

Il vostro Pako che tenta di usare A Qualcuno Piace Caldo sul suo panino con la Nutella. Cyao.

Galeoni: 👑👑👑👑

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...