I Crimini della Disney – Volume 1: La Bella Censurata nel Bosco

Ah la Disney. Ci ha fatto sognare, ci ha incantato con i suoi capolavori, ci ha fatto cantare a squarciagola ogni sua dannata canzone… ma non è tutto rose e fiori come ci vuol far credere. In effetti è colpa sua se molte persone hanno aspettative alte verso il “vero ammore”. Principesse coi capelli color dell’oro, labbra rosse come sangue, oppure Principi bonazzi che al sol udire una nota iniziano a cantare e a volteggiare con eleganza.

I Crimini della Disney sono innumerevoli, ma quello più importante, quello che prenderemo in considerazione in questa rubrica, è il lato del “lieto fine a tutti i costi”. Ha preso ogni fiaba, ogni favola con un finale creepy (e altamente disturbante) e l’ha resa… “e vissero tutti felici e contenti, aw”. Ma noi, che siamo persone coraggiose, vogliamo sapere la verità. Quindi ecco la realtà che si cela dietro i classici Disney, con delle curiosità e delle differenze tra gli scritti originali.

Oggi parleremo della mia storia (e del mio cartone preferito): la Bella Addormentata nel Bosco.

Titolo Originale: Sleeping Beauty

Anno di uscita: 1959

Trama del Film Animato:

C’erano una volta un Re e una Regina che non potevano avere figli; dopo anni e anni di disperazione e lacrime però riuscirono a procreare una bellissima principessa, a cui diedero il nome di Aurora. Per celebrare la sua nascita, Stefano e Leah organizzarono un enorme festa che Donna Imma al Castello delle Cerimonie può solo impallidire, invitando i nobili del regno. Poi, perché forse sembrava brutto, invitarono anche la plebe e le tre buone fate. Ahiloro! non invitarono la Strega Cattiva del regno (complimenti, avete una Strega come vicina e fate di questi errori; almeno invitatela e tenetevela buona) che si presentò nel bel mezzo della cerimonia e maledisse la principessa: a sedici anni ella si pungerà il dito con il fuso di un arcolaio e morirà. L’ultima fatina buona riesce a modificare la maledizione e crea l’occasione del vero ammore. La principessa si pungerà ma non morirà, cadrà in un sonno fino a che l’amor non la bacerà. AW, che doRce.

Vabbé, passano 16 anni (tanto la storia la conoscete, insomma). Aurora si punge, “muore” e le tre buone fate corrono ad avvertire l’amore di Aurora (che ha conosciuto il giorno prima e si è già perdutamente innamorata, giustificando quest’amore – che tecnicamente è pedofilia, visto che lei ha appena 16 anni e lui 21/22… ma dettagli – con un “l’ho conosciuto nei miei sogni”. Disney, grazie, nemmeno una limonata nei sogni riesco a farmi io, questa trova l’ammore), ovvero il Principe Filippo, che con la spada della verità riesce ad uccidere la Strega Cattiva. Così Filippo corre al capezzale di Aurora e la limona bacia. Lei si sveglia e RIDE. Ragazze, se uno vi bacia nel sonno… voi sorridete o lo pestate a sangue? Chiedo. Fine.

CURIOSITA’

  • La Bella Addormentata nel Bosco fu l’ultimo adattamento di una fiaba che la Disney tentò di produrre, perché all’uscita diede dei risultati deludenti e “freddi”. Ma col tempo il film è stato rivalutato fino a diventare uno dei migliori lavori della casa di pubblicazione.
  • Aurora, protagonista, appare per meno di 18 minuti in tutto l’arco del film. Dandole come primato “Principessa protagonista che passa pochissimo tempo in scena in un proprio film”. Grazie a questo, Aurora venne catalogata come Principessa anonima e senza senso, visto che era stata paragonata a Biancaneve e Cenerentola (entrambe più presenti nei loro film).
  • Il Principe Filippo è il primo principe Disney ad avere un nome.
  • Malefica è uno dei personaggi, villan, più riusciti e migliori di tutte le creazioni Disney. Forse non è la più sveglia, però, visto che incarica i suoi “mostriciattoli” di trovare la principessa Aurora – dopo che le fate avevano messo in atto il piano “trasformiamoci in contadine” – e questi dopo anni ed anni, la cercano nelle culle. Poi, la Strega, manda il suo corvo che la trova in mezza giornata manco. Ma mandarlo all’inizio? O seguirla tu stessa, no Malefica cara?
  • Anche qui, come negli scritti, dovevano esserci sette fate buone… poi quattro furono tagliate. Poco budget?
  • Le fate vengono spesso definite “le tre buone fate” anche se meriterebbero il titolo di “le tre fate ottuse”. Sorge anche una riflessione: come diamine hanno fatto a sopravvivere per sedici anni – crescendo una bambina nel mentre – se sono incapaci nel fare tutto, senza magia? Classica la dimostrazione della creazione del vestito o della preparazione della torta. (Un cucno?)
  • In una scena eliminata dal film di animazione, Malefica non appare magicamente ma pretende di essere annunciata dal banditore con tanto di musica, come una normale invitata.

DIFFERENZA TRA FIABA E FILM D’ANIMAZIONE

  • Nella fiaba di Perrault, la principessa non si chiama Aurora, il suo nome non è mai stato rivelato. Aurora è il nome di sua figlia. Nella versione dei fratelli Grimm si chiama Rosaspina. Nel film di animazione hanno usato entrambi i nomi. Aurora per la principessa, Rosaspina (o Rosa) per il suo alter ego campagnolo.
  • Nella versione scritta ci sono ben otto Fate e non tre. La Strega Cattiva in realtà non era una Strega, ma una Fata, cattiva ovviamente. I sovrani, per omaggiare le fate, usano delle posate d’oro… purtroppo, ahiloro!, ne possiedono solo sette pezzi, quindi evitano di invitare la Fata Cattiva. Genius.
  • La Fata Cattiva, a differenza della bellissima Malefica, si fa vedere solo al battesimo per compiere la maledizione. Il resto è tutto opera della principessa, che il giorno del suo compleanno decide di visitare una torre che non aveva mai visto e di pungersi con un oggetto che non aveva mai visto, né tantomeno usato.
  • Nella versione scritta, la principessa dorme per cento anni e la sua storia diventa leggenda. Tanti principi e sovrani cercano di attraversare la foresta di spine per mirare la bella addormentata ma nessuno ci riesce. Poi allo scoccare del centesimo anno… arriva lui, il principe del bacio del vero ammore. Ma… ahilei!, al principe non passa neanche per l’anticamera del cervello di baciarla. No, lui la vede lì distesa a letto, inerme e bellissima… e cosa fa? La violenta. E poi, giustamente (sarcasmo eh!) se ne va. La bella addormentata resta incinta e partorisce due bellissimi gemelli (Aurora e Giorno). Sono proprio loro a risvegliare la principessa dal sonno incantato. I due, in preda alla fame, succhiano il dito della madre – quello con cui si era punta – e ne succhiano via la maledizione. Così la principessa si sveglia… senza baci, senza ammore. Poi uscì la Bella Addormentata Due la Vendetta in cui la principessa cercava il principe per impiccarlo, giustamente. Dopo il risveglio la principessa si sposa col “principe” e vanno a vivere nel suo castello, dove, si scopre, che la madre del principe (ora Re) è in realtà un’Orchessa che per pranzo, mentre il Re è in guerra, vuole mangiarsi la Regina, Aurora e Giorno. Yeah. Fossi stato in lei avrei voluto star ancora a dormire. Alla fine è il Re ad uccidere l’Orchessa, buttandola in una fossa piena di serpenti velenosi. Da qui nasce il film di Jennifer Lopez e Jane Fonda, “Quel Mostro di Suocera”.
  • Negli scritti, le Fate si accordano con il Re e la Regina prima di far addormentare tutta la corte, insieme alla principessa. Nel film se ne sbattono di tutti (Fairy Power), perché “si spezzerà il cuore quando lo sapranno”. In realtà, onesto, credo che oltre ad avere il cuore spezzato si sarebbero trovati anche con le p**** girate, visto che avevano affidato la neonata alle tre per salvarla, non per farla morire.

Come se non bastasse, la Disney ha anche creato il live action della fiaba. Di male in peggio, credetemi. In pratica l’hanno rovinato, almeno mia modesta opinione.

  • Hanno reso Malefica un personaggio buono, scottato dal tradimento e dalla fine del “vero ammore”. Ed è una fata buona. Che si chiama Malefica. Beh, che dire.
  • Hanno reso Re Stefano il villan della storia. Adoro la scena del ritorno di Aurora al castello, lui non vede la figlia da 16 anni… e invece di abbracciarla, baciarla e spendere tutti i soldi(?) per lei… cosa fa? La chiude nella sua camera.
  • Nel film, il Re (quello prima di Stefano), vuole invadere il regno dove vivono le creature magiche e fatate, quindi dove vivono anche le tre buone (e ottuse) fate. Negli anni precedenti (non è chiaro il lasso di tempo, forse uno o due), il re ha dichiarato guerra al popolo e subito dopo Stefano ha lacerato Malefica e le ha rubato le ali, ma le tre ottuse fate vanno lo stesso al battesimo di Aurora. Sono state fortunate a non essere state protagoniste di un Battesimo Rosso Sangue, a Westeros.
  • Anche qui Aurora dorme, ma non per tutto il film. Inoltre, sarebbe morta già alla tenera età di due anni, per colpa delle tre ottuse fate. Meno male che c’era Malefica… cos…
  • Malefica si pente di aver lanciato la maledizione e tenta di annullarla. Non può perché lei stessa ha messo una clausola del tipo: niente può annullare la maledizione LOL. E diventa la Fata Madrina di AuroCOS.
  • Non c’è nessuna ship tra Aurora e Filippo, nessun ballo, nessun sogno. C’è il bacio, però… ma non il bacio del vero ammore. Perché ammore non è, visto che i due non si sono sognati e quindi niente ammore(?). Filippo appare per due minuti netti… anzi tre dai, c’è pure alla fine, mi ero scordato.
  • E’ Malefica e Aurora limonano a baciare Aurora e a farla risvegliare. AW. Un po’ come in Frozen, dove non è il principe a salvare la principessa ma l’amore della famiglia. Okay.
  • Dopo essere stata processata per i crimini contro i Babbani, Dolores Umbridge fu spedita ad Azkaban ma riuscì ad evadere e, sbagliando incantesimo, si trasformò in una fata. Scappò così nella Brughiera incantata, cambiando nome in Giuggiola e diventando la spalla comica del film. (Raga, è tutto così logico. Giuggiola è rosa e come dice lei stessa, “pretendo ordine e rispetto”).

Bene, miei cari fanciulli e fanciulle, per il momento è tutto! Fatemi sapere se questo articolo è stato di vostro gradimento e se siete a conoscenza di altre curiosità e differenze che io non conoscevo! Sono davvero curioso.

Per il momento è tutto, cyao.

P.S: per me il vestito doveva essere blu.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...